Reggio Calabria non è solo una splendida città, ricca di storia, cultura, antiche tradizioni ed un patrimonio naturalistico di prim’ordine, perché in provincia di Reggio Calabria si trovano 4 dei “Borghi più belli d’Italia”. Quattro piccoli ma meravigliosi comuni, che per le loro caratteristiche uniche e particolari, si sono meritati questa preziosa nomea.

Chianalea di Scilla, Bova, Stilo e  Gerace meritano di essere visitati, uno alla volta, per scoprire la storia, la cultura, le tradizioni e l’identità, di ogni singolo borgo e dei suoi abitanti.

Chianalea di Scilla, le cui abitazioni, adagiate sull’acqua sono divise da strettissime vie che scendono fino al mare, o salendo, che giungono fino all’austero Castello Ruffo, che suddivide l’antico borgo, dal resto del paese.

Imperdibile poi Bova, posta un pochino più a sud, ai piedi dell’Aspromonte, nota capitale della cultura grecanica in Calabria e culla della minoranza ellofonica della regione. Una cittadina Bova, che vanta origini molto ma molto antiche, ancora nei secoli VIII – VI a.C., nell’ambito del movimento migratorio dalla Grecia verso occidente, allorquando sorsero lungo la fascia costiera ionica della regione, numerose colonie greche.la bellezza della calabria

Un borgo Bova, che secondo la leggenda fu fondata da una regina greca, che sbarcata sulla costa, sarebbe risalita verso l’interno ed avrebbe posto la sua residenza, sulla cima proprio del colle di Bova, presumibilmente entro le rocche dell’antico maniero.

Le opere più prestigiose, assolutamente da ammirare a Bova, sono: la Cattedrale, il castello Normanno – che purtroppo è ormai ridotto ad un rudere -, la Torre posta a vedetta di una delle quattro torri che consente l’accesso al paese, i palazzi gentilizi e le Chiese, che testimoniano la cultura religiosa del luogo.

Ed ecco poi Gerace, la famosa rupe ove si posò lo sparviero, come dal greco “Jerax”, ossia “Sparviero”, in ricordo del rapace, che secondo l’antica leggenda, avrebbe indicato agli abitanti di Locri, il posto ove rifondare la città, al sicuro dalle incursioni saracene.

Davvero innumerevoli i punti d’interesse storico ed artistico del borgo, che il famoso scrittore inglese Edwar Lear, così narrava: “Ricca di palazzi posti splendidamente, su uno stretto margine di roccia” e ancora “Meravigliati dai numerosi panorami che si mostrano da ogni lato; ogni roccia, Santuario o palazzo, a Gerace sembravano essere sistemati e dipinti apposta per gli artisti”.

Ed infine, ma non per importanza, ecco Stilo, posta precisamente quasi al confine con la provincia di Catanzaro, bastione della Calabria bizantina.

Un borgo dalla storia assai lunga e misteriosa, iniziata ancora al tempo delle colonie greche nell’Italia meridionale, e resa ancor più affascinante dall’insediamento sul territorio di numerosissime “laure” del monachesimo orientale, che qui hanno lasciato una visibile traccia, nel monumento che caratterizza l’abitato, vale a dire la Cattolica piccola chiesa bizantina, posta alle falde del monte Consolino, avente la pianta centrale di forma quadrata.

Insomma, 4 splendidi borghi, anzi i 4 “Borghi più belli d’Italia” in provincia di Reggio Calabria, che meritano indubbiamente di essere ammirati, per la loro inestimabile bellezza e pregio, andando alla scoperta di queste perle nascoste, che la Calabria offre!